Radiografia della colonna cervicale

L’esame radiografico della colonna cervicale è un esame importante, forse il primo esame che viene fatto eseguire per porre una diagnosi differenziale nei casi di cervicalgia, o di sindromi cervicali nelle quali i pazienti lamentano sintomi che apparentemente non hanno a che fare con problematiche cervicali.
Basti pensare che la colonna cervicale concorre allo svolgimento di numerosi funzioni vitali, in collaborazione con diversi sistemi ed apparati del nostro organismo, quali:

  • Sistema nervoso periferico: il rachide cervicale funge da sede e protezione per le terminazioni nervose, sia afferenti che efferenti, attraverso le quali vengono veicolate le informazioni sensoriali e motorie, in particolar modo degli arti superiori;
  • Sistema nervoso centrale: il rachide cervicale è la protezione principale del midollo spinale, e lo preserva in caso di traumi;
  • Sistema vestibolare: partecipa al complesso e delicato sistema che regola l’equilibrio e l’orientamento nello spazio, attraverso feedback afferenti al cervelletto;
  • Apparato muscolo-scheletrico: il rachide cervicale ci permette i movimenti di flesso-estensione, rotazione ed inclinazione laterale.

 

 

Un primo step per fare una diagnosi è proprio la radiografia della colonna cervicale.

È un esame non invasivo, che tuttavia prevedendo un’esposizione a radiazioni ionizzanti, deve essere eseguito previa prescrizione medica. In genere, non ci sono grosse controindicazioni, salvo lo stato di gravidanza. In questo caso, l’esame va eseguito solo se strettamente necessario per la salute della donna e solo dopo aver consultato il proprio medico, il radiologo e/o il ginecologo.

La radiografia cervicale consente di individuare lesioni traumatiche o degenerative, e viene eseguita in caso di:

  • Fratture;
  • Artrosi;
  • Spondilolistesi;
  • Valutazione di alcune malattie tumorali;
  • Malattie infettive;
  • Sindromi cervicali e/o cervico-branchiali;

Attraverso questo esame, è possibile valutare la presenza di segni degenerativi, come modificazioni della forma e dell’aspetto vertebrale, produzione di becchi osteofitari e riduzione dello spazio tra una vertebra e l’altra.
È anche possibile valutare la conservazione della normale curva della colonna cervicale e stabilire quindi se il paziente abbia una rettilineizzazione o un’inversione della curva, oppure un’iperlordosi.
Con questo esame sono anche valutabili i segni di artrite.

 

 

In cosa consiste la radiografia della colonna cervicale?

 

L’esame non provoca assolutamente dolore; dura circa 10 minuti e viene svolto in piedi. Laddove il paziente abbia difficoltà a mantenere la stazione eretta, può essere eseguito anche da sdraiato, in decubito supino.
Non serve nessuna preparazione, al paziente viene solo richiesto di rimuovere tutti gli oggetti metallici (collane, orecchini, piercing) che possono alterare i risultati dell’esame.
Le proiezioni standard sono: l’antero-posteriore e la latero-laterale.
Esistono poi delle proiezioni che servono per valutare le modificazioni che avvengono durante i movimenti di flesso-estensione, e attraverso le quali è possibile valutare lo stato e l’omogeneità dei forami di coniugazione, e che servono anche per dimostrare l’eventuale instabilità della colonna cervicale.
Tali proiezioni sono denominate Dinamiche della colonna cervicale.
Per la valutazione dei forami di coniugazione, è possibile eseguire anche le proiezioni oblique.
Infine, esiste una proiezione definita transorale, che viene fatta solo in seguito a trauma per individuare possibili fratture o lussazione del dente dell’epistrofeo.

 

 

La radiografia della colonna cervicale è eseguibile presso lo studio Delta Rx, anche in convenzione col SSN.

I nostri tecnici altamente specializzati eseguono l’esame nel rispetto di tutte le norme e facendo una prima valutazione anamnestica, necessaria per inquadrare al meglio il quesito diagnostico e quindi essere sicuri di andare a ricercare la giusta componente nello studio dello stesso esame.
Il nostro Direttore Tecnico studia con perizia gli esami e si rende disponibile per ogni tipo di confronto, sia con i tecnici che con i pazienti.

Grazie alla stretta collaborazione il Centro di fisiochinesiterapia C.A.ME.S., il paziente può prenotare una visita fisiatrica, anche in convenzione col SSN, per portare in visione gli esami e farsi aiutare a comprendere meglio quale possa essere il percorso terapeutico migliore per il proprio caso.

Per informazioni o per prenotare una RX alla colonna cervicale:

☎️ 06 2063 1215327 6629586

? Siamo in Via Iperione 9, zona Torre Angela